Edicola

Ricette dem, “paperless” al 77% anche grazie a Calabria e Liguria

27/09/2016 00:21:03
Calabria e Liguria spingono su di un altro gradino la digitalizzazione delle ricette Ssn, che a luglio toccano un nuovo record con il 77% delle prescrizioni “paperless”. E’ quanto riportano le ultime rilevazioni di Promofarma, la società di servizi informatici di Federfarma: rispetto alla verifica precedente, risalente a marzo, la quota di ricette dematerializzate sul totale cresce di un altro punto e mezzo circa (dal 75,3 al 76,9%), grazie principalmente a due regioni: la Liguria, che compie un balzo in avanti di oltre il 10%, e soprattutto la Calabria, che cresce di 26 punti abbondanti (vedi tabella, clic per ingrandire in una nuova finestra). In quest’ultimo caso la progressione è conseguenza dell’intesa firmata a luglio da Regione e medici di famiglia, che ha consentito ai mmg di recuperare arretrati e incentivi all’informatizzazione (le farmacie avevano già pattuito le proprie condizioni a marzo). Risolte le pendenze, i generalisti hanno cominciato a prescrivere su ricetta digitale e nei mesi a venire la quota calabrese di ricette “dem” dovrebbe ulteriormente crescere. Stesse dinamiche in Liguria, dove i medici hanno cominciato a prescrivere digitale in modo sempre più convinto dopo aver risolto le loro lagnanze con la Regione.

Con la partenza calabrese, l’unica parte dello Stivale dove di fatto la dematerializzazione resta ancora al palo è la Provincia autonoma di Bolzano, che a luglio ha prodotto ricette “paperless” per appena il 2,6% del totale. Il fatto è che in Alto Adige la digitalizzazione è partita ufficialmente solo nel giugno scorso, e per di più con un percorso a tappe non proprio fulmineo: per ora sono partiti soltanto i medici ospedalieri (generalisti e pediatri, 349 in tutto, si aggregheranno in seguito) e per di più in due comprensori soltanto, Brunico e Bressanone.

La falsa partenza altoatesina ha la sua rilevanza, perché le Regioni avrebbero da raggiungere entro fine anno il traguardo del 90% di ricette “dem”, fissato dall’Agenda digitale per l’e-health sanitario. Un obiettivo alla portata ma per il quale servirà un ulteriore e consistente sforzo, dato che nelle Regioni dove la dematerializzazione è ormai matura i progressi si fanno sempre più marginali (o addirittura si registra qualche lieve passo indietro, come nel caso della Toscana o del Trentino). «Se si considera che in un anno si producono circa 600 milioni di ricette e che ognuna costa al Poligrafico 40 centesimi solo per carta e stampa» ha commentato all’Ansa il direttore generale di Promofarma, Daniele D’Angelo «centrare il traguardo del 90% significa garantire al Ssn risparmi per almeno 250 milioni di euro». «La ricetta digitale» aggiunge la presidente di Federfarma, Annarosa Racca «non dà vantaggi solo al Servizio sanitario ma anche ai cittadini, perché consente loro di andare in qualsiasi farmacia del territorio nazionale e ricevere il farmaco prescritto a prescindere dalla regione di residenza. Spesso la gente ancora non lo sa». (AS)

Notizie correlate

19/01/2018

Ricette, quasi l’85% è dematerializzato. La Campania la regione più virtuosa

Si attesta intorno all’85% (83,99) la percentuale di ricette dematerializzate in uso nel nostro Paese secondo i dati di Promofarma aggiornati a Novembre  2017. Una vera rivoluzione, risultato finale di un progetto avviato con l’approvazione dell’art. 50 della legge 326/2003 che ha introdotto la ricetta (cartacea) standardizzata, la tessera sanitaria (TS) e l’obbligo di invio dei dati di tutte le ricette...
11/03/2017

Atto d’indirizzo, ecco il testo della terza stesura

Per le Regioni l’eliminazione del promemoria dovrà entrare tra gli obiettivi della dematerializzazione disegnata dalla nuova convenzione tra farmacie e Ssn. E in materia di dpc e integrativa, sparisce l’idea di arrivare a una «tariffa unica massima»...
19/01/2017

Ricetta digitale: varcata la soglia dell’80%, quattro regioni al 90%

Su quasi 48 milioni di ricette del Ssn prescritte in un mese, quelle che fanno a meno della carta superano ormai l’80%. E salgono a quattro le Regioni dove il “paperless” ha superato il traguardo del 90%, fissato a suo tempo dall’Agenda per l’Italia digitale...
16/11/2016

Il 78% delle ricette è elettronico, Campania, Molise e Veneto al top

Continua a crescere la diffusione della ricetta dematerializzata, che supera ormai il 78%  del totale delle ricette a livello nazionale con picchi in Campania (90,15%), Molise (89,23%) e Veneto (89,12). “Le farmacie del territorio hanno creduto fin dall’inizio alla dematerializzazione delle ricette dedicando...
15/11/2016

Ricetta digitale, è la Campania la prima a valicare la soglia del 90%

E’ la Campania la prima regione italiana ad aver dematerializzato il 90% delle ricette Ssn, centrando l’obiettivo che l’Agenda digitale per l’Italia – il cronoprogramma di interventi lanciato dal governo nel 2012 - aveva posto per la fine di quest’anno...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni