Edicola

Ricerca prof.Spandonaro-Federfarma: nella farmacia di domani più servizi e meno etico

28/03/2013 17:21:44
Presidio sanitario o impresa commerciale? E’ l’eterno dilemma dal quale prende le mosse la ricerca sulle prospettive della distribuzione farmaceutica condotta da Federico Spandonaro, coordinatore scientifico del Rapporto Sanità del Ceis, per conto di Federfarma. Presentata oggi dal suo autore all’assemblea nazionale del sindacato, l’indagine fa una somma dei problemi che affliggono la Sanità pubblica e di quelli che gravano sulla farmacia italiana, senza però dimenticare sull’altro piatto della bilancia opportunità e motivi di speranza. Ne risulta una fotografia in chiaroscuro, compreso lo stato di salute dell’impresa farmacia. «Le analisi condotte» ha detto Spandonaro «dicono che oggi nessuna farmacia consegue un utile dalla ricetta Ssn». Dalla fascia C riescono invece a tirare fuori qualcosa le farmacie medio-grandi, ma per tutte la vera fonte di ricavi tali da giustificare l’attività d’impresa è l’extrafarmaco. «La conferma» ha proseguito Spandonaro «arriva dal fatto che l’utile delle piccole farmacie è in media molto contenuto, attorno ai 24mila euro prima delle tasse, e diventa risicato per le rurali sussidiate, circa 19mila. Sembrano salvarsi soltanto le farmacie urbane, che (grazie all’area di libera vendita) registrano un utile prima delle imposte attorno ai 110mila euro. «Grosso modo» ha semplificato Spandonaro «lo stipendio di un dirigente medico del Ssn».
Per salvaguardare la marginalità, quindi, bisognerà da un lato portare a compimento la riforma della remunerazione e dall’altro allargare l’extrafarmaco, dove una riflessione approfondita la meritano i servizi. «Dati e indagini» ha ricordato Spandonaro «dicono che ormai gli italiani che per l’assistenza spendono di tasca propria sono il 60%. La parte del leone in questa spesa la fanno le cure odontoiatriche, ma subito dopo c’è l’assistenza agli anziani. I servizi sociosanitari saranno certamente uno dei fronti dove nei prossimi anni le farmacie potrebbero giocare un ruolo decisivo». E per farlo, non occorre aspettare le convenzioni con il Ssn o accordi con Asl e ospedali: «I fondi integrativi privati possono diventare un interlocutore interessato delle farmacie» ha ricordato Spandonaro «e poi c’è la domanda diretta, quella di pazienti e famiglie. La competizione, qui, si giocherà sulla qualità del servizio».
Sull’etico rimborsato, invece, la battaglia da combattere dovrà essere difensiva. «Sarà già un buon risultato convincere la politica a non abbassare ulteriormente il budget annuale per la Sanità» è il parere dell’economista «anche se gli argomenti ci sono: attualmente, infatti, il nostro paese spende in media il 35% in meno dell’Europa a 12». Poi ci sono da sfatare un po’ di luoghi comuni: non è vero che dai margini della farmacia c’è ancora spazio per tagliare (tolti sconti e detrazioni, la spettanza netta del farmacista si riduce di un terzo) e non è vero che il Ssn spende troppo; «semmai» ha osservato Spandonaro «spende male, ma non è colpa del federalismo e tornare indietro significherebbe solo peggiorare».

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni