Edicola

Parallel trade, Bruxelles “avverte” due Paesi per norme restrittive

28/05/2016 10:13:50
Portogallo e Slovacchia hanno due mesi di tempo per modificare le norme nazionali sull’esportazione parallela di farmaci, a giudizio della Commissione europea ingiustificatamente restrittive. E’ quanto intima il parere motivato trasmesso nei giorni scorsi da Bruxelles ai due Paesi, che ora rischiano il deferimento alla Corte di Giustizia in caso di inottemperanza. Ne ha dato notizia l’altro ieri una nota della stessa Commissione, nella quale si spiega che le regole approvate dai due Stati membri (per limitare il fiorente commercio parallelo, che fa sparire molti farmaci dagli scaffali delle farmacie) creano ostacoli alla libera circolazione dei beni.

Le esportazioni parallele, ricorda ancora il comunicato, sono del tutto legali e non possono essere limitate se non quando è necessario per la protezione della salute pubblica. Tuttavia, le norme approvate dai due Paesi vanno al di là di quanto necessario per tutelare i cittadini, perché introducono misure del tutto sproporzionate rispetto all’obiettivo prefissato. La norma approvata in Portogallo, in particolare, impone ai grossisti di notificare alle autorità l’intenzione di esportare farmaci sui quali grava il rischio di carenze, nonché fornire informazioni sulle esportazioni realmente effettuate.

In Slovacchia, invece, i grossisti devono dare comunicazione preventiva di tutte esportazioni effettuate e attendere 30 giorni per procedere alla fornitura in base alla regola del silenzio/assenso. Secondo la Commissione europea, queste disposizioni non poggiano su criteri obiettivi e trasparenti per determinare quali farmaci siano effettivamente a rischio a causa del parallel trade. Inoltre, impongono ai grossisti obblighi sproporzionati o, come in Slovacchia, di durata ingiustificatamente eccessiva. (ML)

Notizie correlate

06/09/2016

Parallel trade, in Germania crescono critiche a norme pro importazioni

Trovano sempre meno sostenitori, in Germania, le norme sul parallel trade che impongono alle farmacie di acquistare farmaci importati...
07/05/2016

Le farmacie tedesche chiedono stop a incentivi import

Con la fine dell’anno, la Germania potrebbe non essere più il paradiso degli esportatori paralleli che fanno incetta di farmaci nei Paesi del sud Europa. Tutto dipende da ciò che conterrà la nuova legge sui farmaci, che il Parlamento deve approvare...
24/12/2014

Carenze, Vargiu (Sc): clausola del tramonto per grossisti che esportano

Per dissuadere i titolari di farmacia dal fornirsi di autorizzazione al commercio all'ingrosso al solo scopo di praticare l’export parallelo, si potrebbe adottare il meccanismo già in uso in alcuni paesi europei della “sunset clause”, o clausola del tramonto: il distributore che...
25/10/2014

Parallel trade, ipotesi giro di vite su requisiti per attività ingrosso

Il provvedimento con cui il governo italiano si prepara a recepire le nuove Linee guida europee sulle Bpd (Buone pratiche di distribuzione) dei medicinali potrebbero essere l’occasione per rendere più severi i requisiti necessari a ottenere l’autorizzazione a svolgere attività all’ingrosso...
22/05/2014

Parallel trade tra spiragli comunitari e dilemmi francesi

Per la Comunità europea il commercio parallelo rimane un tassello intangibile del Mercato unico, ma in materia di farmaco il diritto comunitario concede comunque spazi a misure dirette a tutelare disponibilità e approvvigionamenti. E in ogni caso, sarebbe sbagliato individuare nel parallel trade la causa esclusiva del fenomeno carenze. E’ la doppia riflessione che arriva dal seminario...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni