Edicola

Sostenibilità Ssn, a Bari tavola rotonda su sinergie pubblico-privato

28/11/2017 09:47:10
Il Ssn ha bisogno di una nuova governance che garantisca sostenibilità al sistema ma anche di una riforma della sanità integrativa che passi da una nuova collaborazione tra pubblico e privato. E’ una delle indicazioni che arrivano dalla tavola rotonda organizzata sabato nella cornice del Caduceo d’oro 2017, l’ormai tradizionale appuntamento con cui l’Ordine dei farmacisti di Bari e Bat premia ogni anno le personalità che si sono distinte nell’attività e nella ricerca farmaceutica. Dedicato al “Welfare negli anni della crisi”, il dibattito ha puntato i riflettori sullo stato di logoramento in cui grava il Ssn, a causa di un federalismo che allarga le differenze regionali e costringe la sanità a correre a velocità differenti tra Nord e Sud. «Se aumentano in maniera vertiginosa le persone che rinunciano a curarsi e quelle costrette a ricorrere al privato» ha osservato il senatore Luigi d’Ambrosio Lettieri, presidente dell’Ordine di Bari e Bat e vicepresidente della Fofi «significa che il nostro sistema non è più virtuoso e universale, ma iniquo e da correggere».

Per tornare ad assicurare a tutti i cittadini il diritto alla tutela della salute vanno allora cercate sinergie tra pubblico e privato, con la farmacia ad assicurare prossimità e accessibilità delle prestazioni fornite tanto dalla sanità pubblica quanto da quella privata. «La sfida della farmacia dei servizi» ha osservato il presidente nazionale di Federfarma, Marco Cossolo «si gioca in particolare sui servizi cognitivi che il farmacista può offrire. Quello dell’aderenza terapeutica, per esempio, è un capitolo fondamentale che va sostenuto con più forza, a beneficio della comunità e del sistema». Conferma lo studio della Sda Bocconi sullo stato di salute del Ssn, presentato a Bari dell’economista Sandro Castaldo: la crisi strutturale in cui versa il Ssn può essere superata soltanto con una strategia che punti sull’apporto del privato e della sanità integrativa.

Nel corso della serata sono stati insigniti del caduceo d’oro il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, e il direttore del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno, Giuseppe de Tomaso.

Notizie correlate


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni