Edicola

Ricerca prof.Spandonaro-Federfarma: l’insostenibile peso del “out of pocket”

29/03/2013 10:18:12
La Sanità privata? In Italia è già di fatto una realtà, perché il 21,6% della spesa sanitaria del paese è sostenuta direttamente dagli italiani: sono in tutto circa 30 miliardi di euro, dei quali quasi 29 “out of pocket” (cioè versati contestualmente alla prestazione, erogata in regime privato) e poco più di uno speso sotto forma di assicurazioni private e fondi sanitari integrativi. Sono le cifre che arrivano dalla ricerca sulle prospettive della distribuzione farmaceutica condotta per Federfarma da Federico Spandonaro, coordinatore del Rapporto Sanità del Ceis, e presentata ieri all’assemblea nazionale del sindacato. Oltre a fotografare lo stato di salute della farmacia italiana, l’indagine ha anche effettuato una ricognizione dei problemi che affliggono il sistema sanitario nazionale. Uno su tutti, la sua sostenibilità: «Il Pil dell’Italia» ha ricordato Spandonaro «è rimasto praticamente fermo negli ultimi dieci anni, per poi calare drammaticamente nel 2009 e nel 2011-2012. Oggi l’Italia ha un Prodotto interno lordo più basso del 22-23% rispetto ai paesi dell’Europa a 12 e una spesa sanitaria pubblica del 36% inferiore». Per rifinanziare il Ssn e riallinearsi ai vicini, servirebbero quindi risorse che non ci sono, perché già oggi il welfare che lo Stato riesce ad assicurare è frutto di livelli di tassazione altissimi. «Si potrebbero andare a prendere risorse da altre voci del bilancio pubblico» ha ipotizzato l’economista «per esempio dalla Difesa, ma i dati dicono che la nostra spesa oggi è in linea con quella dell’Europa, tranne che per l’Istruzione dove investiamo parecchio di meno».
E allora, diventa difficile immaginare che il paese possa aumentare il budget già oggi attribuito al Ssn. Il risultato è un indebolimento dell'equità sociale: aumentano infatti gli italiani che si vedono costretti a tagliare una parte di quell'out of pocket di cui si diceva in apertura; nel 2008 le famiglie che pagavano di tasca propria una parte dell'assistenza erano il 62%, nel 2010 sono scese al 60,8%; la differenza che balla, è data da quei nuclei che hanno rinunciato a curarsi anche privatamente. «Quanto alla composizione di questa spesa» ha concluso Spandonaro «la voce più consistente è ovviamente la farmaceutica, a causa dei ticket sulle ricette; seguono le cure odontoiatriche e i servizi di assistenza agli anziani, che in futuro diventeranno una delle cause di maggiore sacrificio per le famiglie a causa di invecchiamento e cronicizzazione». Ed è qui che le farmacie dovranno essere brave a rispondere con una nuova offerta di servizi.

Leggi il testo integrale dello studio

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni