Edicola

Ricerca prof.Spandonaro-Federfarma: l’insostenibile peso del “out of pocket”

29/03/2013 10:18:12
La Sanità privata? In Italia è già di fatto una realtà, perché il 21,6% della spesa sanitaria del paese è sostenuta direttamente dagli italiani: sono in tutto circa 30 miliardi di euro, dei quali quasi 29 “out of pocket” (cioè versati contestualmente alla prestazione, erogata in regime privato) e poco più di uno speso sotto forma di assicurazioni private e fondi sanitari integrativi. Sono le cifre che arrivano dalla ricerca sulle prospettive della distribuzione farmaceutica condotta per Federfarma da Federico Spandonaro, coordinatore del Rapporto Sanità del Ceis, e presentata ieri all’assemblea nazionale del sindacato. Oltre a fotografare lo stato di salute della farmacia italiana, l’indagine ha anche effettuato una ricognizione dei problemi che affliggono il sistema sanitario nazionale. Uno su tutti, la sua sostenibilità: «Il Pil dell’Italia» ha ricordato Spandonaro «è rimasto praticamente fermo negli ultimi dieci anni, per poi calare drammaticamente nel 2009 e nel 2011-2012. Oggi l’Italia ha un Prodotto interno lordo più basso del 22-23% rispetto ai paesi dell’Europa a 12 e una spesa sanitaria pubblica del 36% inferiore». Per rifinanziare il Ssn e riallinearsi ai vicini, servirebbero quindi risorse che non ci sono, perché già oggi il welfare che lo Stato riesce ad assicurare è frutto di livelli di tassazione altissimi. «Si potrebbero andare a prendere risorse da altre voci del bilancio pubblico» ha ipotizzato l’economista «per esempio dalla Difesa, ma i dati dicono che la nostra spesa oggi è in linea con quella dell’Europa, tranne che per l’Istruzione dove investiamo parecchio di meno».
E allora, diventa difficile immaginare che il paese possa aumentare il budget già oggi attribuito al Ssn. Il risultato è un indebolimento dell'equità sociale: aumentano infatti gli italiani che si vedono costretti a tagliare una parte di quell'out of pocket di cui si diceva in apertura; nel 2008 le famiglie che pagavano di tasca propria una parte dell'assistenza erano il 62%, nel 2010 sono scese al 60,8%; la differenza che balla, è data da quei nuclei che hanno rinunciato a curarsi anche privatamente. «Quanto alla composizione di questa spesa» ha concluso Spandonaro «la voce più consistente è ovviamente la farmaceutica, a causa dei ticket sulle ricette; seguono le cure odontoiatriche e i servizi di assistenza agli anziani, che in futuro diventeranno una delle cause di maggiore sacrificio per le famiglie a causa di invecchiamento e cronicizzazione». Ed è qui che le farmacie dovranno essere brave a rispondere con una nuova offerta di servizi.

Leggi il testo integrale dello studio

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni