Edicola

Fallimenti, Il Giornale lancia l’allarme ma le cifre non convincono

29/04/2017 09:52:32
Da business senza rischi, l’azienda farmacia sarebbe ormai diventata un’attività d’impresa dall’elevato tasso di “mortalità”. Soprattutto a Milano, la capitale economica del Belpaese, dove di recente sette farmacie sarebbero finite sul marciapiede. Così almeno riferisce un servizio pubblicato ieri dal quotidiano milanese Il Giornale, che su tali cifre monta un’articolata analisi delle brutte condizioni in cui verserebbe il canale. I dati forniti dal quotidiano però non convincono: innanzitutto perché omettono di dire che le farmacie «andate a gambe all’aria» provengono dal fallimento della catena Essere Benessere, le cui vicende finanziarie (e giudiziarie) hanno poco a che fare con la crisi e costituiscono una vicenda a se stante, che non può essere tirata in ballo per motivare allarmi sullo stato di salute generale della farmacia. Poi, perché non tornano i riferimenti temporali: il quotidiano parla di sette casi «recenti» e a riprova cita la homepage del Tribunale fallimentare di Milano; in realtà sul portale si contano sei procedure, cinque avviate nell’estate di un anno fa e una nell’ottobre 2015. Tutt’altro che recenti, dunque.

Forti perplessità suscita anche l’altro dato citato dall’articolo, quello delle 25 farmacie che avrebbero portato i libri in tribunale nei «mesi scorsi». Lavorando sul database del Tribunale di Milano, si arriva a cifre di questa grandezza mettendo assieme i casi di svariati anni, altro che alcuni mesi. «Anche le farmacie hanno risentito della pesante crisi di questi anni» osserva la presidente di Federfarma nazionale (e Federfarma Milano) Annarosa Racca «ma commercialisti e fiscalisti assicurano che nel canale la congiuntura morde meno che altrove». Viene a mente quanto disse tempo addietro, nel corso di un convegno, il commercialista Giampietro Brunello (ex ad di Sose e oggi consulente di Federfarma): «la crisi è severa soprattutto con chi sbaglia scelte imprenditoriali».

Si prestano a diverse contestazioni anche i ragionamenti che il servizio propone riguardo all’andamento del mercato della farmacia: l’accenno alle «prescrizioni allegre dei medici di base» del tempo che fu è gratuito e capzioso (risponderanno eventualmente i diretti interessati), il riferimento ai «generici fatti in India» che riempirebbero gli scaffali delle farmacie richiederebbe quanto meno qualche dato a supporto, i vaghi riferimenti all’andamento dei fatturati Ssn sono più o meno corretti ma tralasciano il fatto che, comunque, la farmacia è riuscita in questi anni a reggere la crisi in modo lusinghiero: nel 2016, dicono i dati di QuintilesIms, il giro d’affari complessivo del canale è rimasto stabile; nel 2015 è cresciuto dell’1,6%, nel 2014 ha chiuso alla pari, nel 2013 è cresciuto dell’1,3%. «La reazione della gran parte dei titolari c’è stata, anche con un forte investimento nella farmacia dei servizi» prosegue la presidente Racca «inoltre l’erosione dei fatturati Ssn è stata compensata con un miglioramento delle performance nei segmenti di mercato della libera vendita». (AS)

Notizie correlate

25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....
31/03/2020

Federfarma e Cittadinanzattiva scrivono a Ministero e Aifa: distribuire tramite le farmacie antivirali e antimalarici per affetti da coronavirus

Distribuire tramite le farmacie, grazie ai servizi di consegna gratuita a domicilio, i farmaci antimalarici e antivirali autorizzati per il trattamento domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19. Lo chiedono Federfarma e Cittadinanzattiva in una nota indirizzata al Ministero della Salute e all’Aifa...
17/03/2020

Farmacie italiane riconosciute come modello dall’Europa

L’Europa riconosce la farmacia italiana come modello guida di efficacia ed efficienza nel rispondere ai bisogni dei cittadini in questa emergenza legata al coronavirus. “I colleghi delle farmacie spagnole ci hanno contattato perché vogliono organizzare un servizio di consegna dei farmaci a domicilio analogo a quello offerto da Federfarma in collaborazione con la Croce Rossa Italiana” dichiara Marco Cossolo, presidente Federfarma...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
01/08/2018

Intervento del ministro Grillo: le osservazioni di Cossolo e Pagliacci

“Ho ascoltato con estrema attenzione le considerazioni del ministro Giulia Grillo e, come cittadino prima ancora che come presidente di Federfarma,  apprezzo la volontà di utilizzare il confronto come metodo di approccio ai problemi per ricercare  soluzioni condivise, in particolare su un tema riconosciuto come delicato dallo stesso Ministro”...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni