Edicola

Lusenti (Emilia Romagna): federalismo sì, ma Ministero va rafforzato

29/05/2014 00:04:56
Sul federalismo sanitario non servono retromarce, occorre invece assicurare al Ssn una cornice nazionale più solida che tenga la barra al centro non tanto sugli obiettivi economici, quanto piuttosto su quelli di salute. Lo ha detto ieri l’assessore alla Sanità dell’Emilia Romagna, Carlo Lusenti, nel suo intervento al III Healthcare summit, organizzato a Roma da Il Sole 24 Ore. «Sulla riforma del Titolo V va evitata la contrapposizione ideologica tra federalismo e neo-centralismo» ha avvertito Lusenti «serve invece una visione strategica, una linea dalla quale poi far discendere la riforma». Per il rappresentante delle Regioni, l’idea da perseguire è quella di un federalismo agganciato però a robusti punti di ancoraggio: «L’autonomia regionale va preservata» ha detto «ma va anche correlata ai risultati che assicura. Serve insomma un’impalcatura nazionale più solida che vigili sul rispetto degli obiettivi di salute, quindi si deve disporre di un ministero della Salute rafforzato nelle sue funzioni e agenzie – dall’Agenas all’Aifa passando per l’Istituto superiore di sanità – riorganizzate nelle loro competenze».
E’ un riassetto di cui si avvertiranno tracce già nel nuovo Patto per la Salute, ormai prossimo alle battute finali. «Il testo sarà pronto nel giro di una o due settimane» ha annunciato Lusenti «le condizioni per chiudere comunque ci sono, a partire dal fondo sanitario per il 2014: non è quanto sarebbe necessario, ma rappresenta comunque una boccata di ossigeno che ci aiuterà a risalire la china». (AS)

Notizie correlate

20/10/2017

Cittadinanzattiva: il federalismo sanitario continua a dividere

La Sanità federalista è un mosaico di zolle tettoniche separate tra loro da disuguaglianze che non riconoscono a tutti gli italiani pari accesso ai farmaci e alle prestazioni. E’ l’impietosa fotografia scattata dall’ultimo Rapporto sul federalismo in Sanità, presentato...
16/03/2017

Saitta (Regioni): trattativa per la Convenzione al via entro l’estate

«La nostra speranza è che la trattativa vera e propria per il rinnovo della Convenzione tra farmacie e Ssn possa aprirsi prima dell’estate». L’augurio arriva da Antonio Saitta, coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni, il “tavolo” che riunisce gli assessori alla Sanità e fissa le direttive politiche dell’atto d’indirizzo...
14/03/2017

Stefanelli: Tavolo Aifa è per ridurre diretta, non allargarla

«Il Tavolo dell’Aifa sulla distribuzione diretta dovrebbe servire, come suggerisce il nome, a risolvere i problemi della distribuzione diretta. Stupisce che ora le Regioni se ne servano per provare a risolvere i loro problemi sulla convenzionata». E’ la battuta con cui...
04/02/2017

Tagli spesa,Regioni divise.Tdm,Fimmg,Federfarma: non paghi Ssn

Le Regioni ritrovino l’unità e scongiurino l’eventualità che al budget del Ssn per il 2017 possano essere tolti 420 milioni di euro. E’ l’auspicio lanciato dalla presidente di Federfarma, Annarosa Racca, in risposta alle voci che da un paio di giorni stanno...
10/11/2016

Manovra, le Regioni chiedono modifiche a riordino tetti

Se ancora c’era qualche dubbio, ieri è stato fugato: il riordino dei tetti sulla spesa farmaceutica abbozzato dalla Manovra per il 2017 rappresenta – in quindici anni di 405/2001 – il primo vero tentativo da parte di un governo centrale di arginare...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni