Edicola

Sisma centro Italia, in arrivo i container ad Amatrice e Accumoli

30/08/2016 00:59:35
Amatrice e Accumoli, i due soli comuni rimasti senza farmacie dalla notte del sisma, dovrebbero cominciare a ridisporre di un servizio farmaceutico strutturato a partire dalle prossime 24-48 ore. E’ l’ultimo aggiornamento che, in tema di farmacia, arriva dall’area tra reatino e piceno colpita dal terremoto di mercoledì: Federfarma Rieti, d’intesa con la Regione e in collaborazione con l’Ordine dei farmacisti, sta lavorando alacremente per fare in modo che i titolari dei due paesi, dopo aver distribuito farmaci in strada o in locali improvvisati per quattro giorni, possano ricominciare a lavorare in condizioni adeguate. E in prossimità dei presidi sanitari approntati dalla Protezione civile. In sigla si chiamano Pass (Presidi di assistenza sociosanitaria) e i servizi erogati, h24 sette giorni su sette, comprendono medicina generale, pediatria, continuità assistenziale (guardia medica), ambulatorio infermieristico, assistenza sociale e psicologica. I piani prevedono la realizzazione di due Pass, uno ad Accumoli (già operativo da ieri, secondo le agenzie) e l’altro ad Amatrice, funzionante da oggi o domani al massimo.

Ed è proprio accanto a quest’ultimo presidio che, domani o dopo, dovrebbe essere installato il primo dei container con cui “riaprire” le tre farmacie distrutte dal sisma. Questa almeno è la stima del presidente di Federfarma Rieti, Pierluigi Cortellini: «Il primo arriverà entro giovedì e lo piazziamo ad Amatrice. Quindi, una settimana-dieci giorni e ne arriveranno altri due, destinazione Accumoli e Amatrice ancora. Stiamo lavorando con la Regione per piazzarli accanto ai due Pass, in modo da assicurare agli ospiti dei campi un servizio integrato: nei Presidi, infatti, troveranno accoglienza tutti gli studi dei medici di famiglia, nonché gli ambulatori di Asl e ospedale». Stride al confronto la situazione di Arquata: anche qui si lavora per centralizzare i servizi sanitari alla popolazione, ma al contrario di Amatrice e Accumoli in questa parte dell’Appennino il servizio farmaceutico ha sempre potuto contare sulla farmacia del paese, che è rimasta sempre aperta e da giovedì è coadiuvata dal camper dei Farmacisti volontari.

Anche per questo, i container finiranno tutti nel reatino. «Mi risulta che ce ne sia uno di taglia media in arrivo dal nord Italia» spiega il presidente di Federfarma Umbria, Augusto Luciani «i container di Farmacentro invece verranno allestiti da Th.Kohl e saranno grandi ciascuno 60 metri quadri: coibentati, forniti di acqua e luce, possono accogliere in modo confortevole una farmacia anche per qualche anno». Superata l’emergenza, in ogni caso, la parola d’ordine in Federfarma è ora quella di assistere i farmacisti colpiti dal terremoto perché possano riprendere a lavorare il prima possibile. «Il titolare di Accumoli» ricorda ancora Cortellini «aveva aperto da poco più di un anno. Quello di una delle due farmacie di Amatrice ha perso in un colpo solo casa ed esercizio».

E anche qui torna utile l’esperienza maturata nel terremoto abruzzese del 2009: «La cosa cruciale» spiega il presidente di Federfarma regionale, Giancarlo Visini «è quella di fare in modo che, terminata l’emergenza, la dispensazione dei farmaci torni a transitare dalle farmacie del territorio. Volontari e Protezione civile fanno un lavoro meraviglioso, ma non dobbiamo dimenticare che in gioco c’è anche il futuro di colleghi che comunque pagheranno al terremoto un tributo pesante: a parte ciò che hanno perso, causa sfollamenti e trasferimenti saranno costretti a lavorare per parecchio tempo in sedi depauperate. Finita l’emergenza, dunque, arriva immediatamente il momento di pensare a loro». Se ne parlerà anche al Consiglio di presidenza di giovedì prossimo, nel quale verranno definiti gli interventi della Federazione a sostegno dei farmacisti e delle aree colpite. Dove, hanno fatto sapere le autorità, non servono ulteriori invii di farmaci perché le scorte sono già in eccesso. Intanto, la Regione Lazio si appresterebbe a emanare una delibera che sospende il pagamento di ticket e compartecipazioni, come auspicato giovedì da Federfarma. (AS)

Notizie correlate

30/08/2017

Terremoto, un anno dopo: i numeri e l’impegno di Federfarma

A un anno esatto dalla prima delle scosse che tra l’agosto e l’ottobre del 2016 hanno portato la devastazione in quattro regioni dell’Italia centrale (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria), sono una ventina le farmacie del territorio che ancora non hanno...
07/04/2017

Decreto terremoto: benefici per comunità colpite

La norma del decreto terremoto che, nelle Regioni colpite dal sisma, autorizza le farmacie a dispensare i medicinali della diretta non rappresenta soltanto un intervento tangibile a favore delle comunità locali, ma servirà anche a dimostrare che il Ssn può far fare...
08/03/2017

Farmacie terremotate, emendamento per dpc “d’ufficio”

Nei comuni terremotati e nelle rispettive province, le farmacie del territorio provvederanno alla alle distribuzione per conto dei medicinali normalmente forniti in via diretta dalle Asl, nelle modalità e condizioni economiche previste dagli accordi regionali sulla dpc...
20/01/2017

Zone terremotate: farmacie aperte al servizio dei cittadini

Federfarma esprime grande solidarietà alle famiglie delle vittime di questo ennesimo terremoto e alle popolazioni colpite dal sisma che vivono situazioni drammatiche, peggiorate dal freddo intenso di questi giorni e dalla neve che ostacola i soccorsi. La Federazione è anche vicina ai tanti colleghi farmacisti che, pur tra mille difficoltà...
15/12/2016

Sisma, i piani di Federfarma per salvare le farmacie delle zone spopolate

Con la raccolta fondi che ha consentito di devolvere più di 192mila euro alle farmacie colpite dal doppio sisma del centro-Italia, Federfarma ha messo in campo un impegno encomiabile. Tuttavia, molti titolari di Umbria, Marche e Lazio continuano a soffrire per le conseguenze del sisma e hanno ancora bisogno di aiuto, non solo economico ma anche legislativo. E’ il quadro emerso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni