Edicola

Carenze, studio auspica condivisione dati tra attori sistema

30/10/2013 23:30:25
Una soluzione duratura al fenomeno internazionale delle irreperibilità nella filiera farmaceutica può arrivare soltanto da interventi che colmino l’assenza di comunicazione e coordinamento tra tutti gli stakeholders del sistema: industria, grossisti, farmacie, distributori paralleli, enti sanitari, autorità regolatorie e legislatori, nazionale e comunitario. Questa la conclusione cui perviene lo studio che la società svizzera di consulenze Birgli ha dedicato al problema delle carenze in Europa. Condotta con la collaborazione dell’Eaepc (l’associazione europea dei distributori paralleli) la ricerca scatta una fotografia accurata del fenomeno in cinque paesi Ue: Francia, Grecia, Polonia, Spagna e Regno Unito. Da tale panoramica, tuttavia, non emergono spiegazioni semplicistiche sulle cause che determinano irreperibilità e rotture di stock. Anzi, la complessità che contraddistingue i vari mercati nazionali implica una causalità «multifattoriale» i cui elementi variano da Paese a Paese.
Anche per questo, nelle conclusioni dello studio gli autori non si limitano ad auspicare quella collaborazione più stretta tra stakeholder di cui s’è detto in apertura, ma auspicano anche un intervento legislativo che imponga a tutti gli operatori di condividere i propri dati: una delle evidenze della ricerca, infatti, è che a ostacolare evebtuali risposte al problema non è l’assenza di informazioni, ma piuttosto l’indisponibilità dei singoli stakeholder nel metterli a disposizione degli altri.(URI-ML)

Notizie correlate

28/12/2017

Protocollo carenze, Tar Lazio respinge ricorso

Il Protocollo sulle carenze firmato nel settembre 2016 da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco non ha il valore di un provvedimento amministrativo e dunque non può essere impugnato. E’ quanto afferma la sentenza con la quale il Tar Lazio ha dichiarato...
18/03/2017

Sostanze irreperibili della tabella 2, Federfarma fa il punto

Causa carenze e interruzioni nella produzione, le farmacie del territorio stanno incontrando difficoltà ad assicurare la disponibilità di alcune delle sostanze obbligatorie elencate dalla tabella 2 della Farmacopea ufficiale. E’ il caso, in particolare, dell’ampicillina...
04/03/2017

Farmacisti-grossisti, Di Giorgio (Aifa): si va nel giusto verso

«Ognuno difende il proprio business ed è comprensibile che sia così, ma prima viene la tutela della salute e dunque la continuità della tracciatura del farmaco nel circuito distributivo». Sono le parole con cui Domenico Di Giorgio, direttore dell’Ufficio qualità e contraffazione dell’Aifa, tira un bilancio della riunione tenuta lunedì scorso dal Tavolo sulle carenze...
01/03/2017

Al tavolo carenze chiarimento serrato tra Aifa e farmacisti-grossisti

Sull’insovrapponibilità tra vendita al dettaglio e distribuzione all’ingrosso di farmaci, così come enunciata dal parere del ministero della Salute del 2 ottobre 2015, Aifa e filiera del farmaco non sono disponibili a fare passi indietro...
07/10/2016

Protocollo carenze, dopo Lazio e Lombardia firma anche il Friuli

Dopo quelle di Lazio e Lombardia, spunta anche la firma del Friuli Venezia Giulia in calce al protocollo sulle carenze firmato il 13 settembre da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco. Lo sancisce la delibera approvata dalla Giunta regionale venerdì scorso...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni