Edicola

Arriva la carta d'identità digitale, si spera abbia il microchip

31/07/2013 10:02:36
La carta d’identità diventa elettronica e si fonde con la tessera sanitaria. Un’evoluzione che le farmacie del territorio dovranno seguire dappresso per cogliere le eventuali opportunità che si dovessero presentare. Il punto di partenza è la bozza di dpcm che ministeri dell’Interno e dell’Economia hanno inviato alle Regioni per i pareri di rito: il decreto, infatti, getta le fondamenta del «documento digitale unificato», la tessera formato bancomat che prossimamente dovrà integrare e sostituire carta d’identità e tessera sanitaria. E’ un progetto che già da due anni fa mostra di sé nell’Agenda digitale dell’esecutivo (ne parlarono prima l’ex ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta e poi l’ex premier Mario Monti), ora però il governo Letta sembra voler accelerare: il dpcm, infatti, detta lo schema di regolamento della tessera digitale non senza novità di rilievo.
Alcune sono prettamente burocratiche: il nuovo documento, per esempio, avrà validità decennale e sarà rilasciata dai Comuni a tutti i cittadini iscritti al Ssn (nonché agli stranieri residenti che hanno diritto all’assistenza). Inoltre integrerà la tessera sanitaria ma non la Team (la tessera europea di assistenza medica, stampata sul retro delle attuali carte blu), per la quale quindi andrà realizzato un altro supporto.
La novità di maggiore interesse per la farmacia invece riguarda il codice fiscale: sparisce la banda sul retro che nella tessera sanitaria ne assicurava la registrazione magnetica, rimane il codice a barre che consente la lettura da parte degli scanner ottici. «Per i farmacisti quindi nulla dovrebbe cambiare» è il parere di Gianni Petrosillo, amministratore delegato di Promofarma, la società di servizi di Federfarma che gestisce le incombenze informatiche legate all’articolo 50 «perché già oggi l’identificazione del paziente avviene con il “barcode” della tessera». Piuttosto, c’è da capire se il nuovo documento digitale sarà effettivamente fornito di microchip come prometteva l’Agenda digitale fino allo scorso autunno. Il dpcm non dà informazioni al riguardo perché rimanda a un prossimo decreto la definizione delle sue caratteristiche, ma l’auspicio di Federfarma è che alla fine quel microchip ci sia. E che alle farmacie ne sia permessa la lettura. «In quel microprocessore» spiega Petrosillo «non dovrebbero essere immagazzinati solo i dati anagrafici del possessore, ma probabilmente anche i dati sanitari. Dovremo fare ogni sforzo per entrare nella cerchia degli operatori che potranno leggere e caricare dati sulla tessera». Progetti di pharmaceutical care e programmi di monitoraggio dei consumi in collaborazione tra medico e farmacista ne verrebbero fortemente agevolati. (AS)

Ultime notizie

18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....
28/03/2019

Dal Sunifar (farmacie rurali) un progetto per i cittadini delle aree interne del paese

Qual è il contributo che la farmacia rurale può dare per migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze territoriali e sociali, in particolare nelle Aree Interne del Paese?
A questa domanda fornisce risposte concrete il progetto presentato dal Sunifar (farmacie rurali) in collaborazione con Cittadinanzattiva e Uncem...
27/03/2019

"Tour della Salute" e "Crescendo in Salute": prevenzione e benessere in 14 tappe

Non lascia, ma anzi raddoppia il "Tour della Salute", che quest'anno, giunto alla seconda edizione, è pronto a partire per un nuovo viaggio itinerante, proponendo anche il format "Crescendo in Salute". Il doppio evento, dal 4 maggio al 27 ottobre prossimi, toccherà le piazze di 14 regioni italiane con l'obiettivo di sensibilizzare...
01/03/2019

Dagli Stati Generali a Roma le proposte della farmacia italiana

Più di 2.300 titolari di farmacie private hanno partecipato ieri a Roma alla seconda edizione degli Stati Generali della Farmacia Italiana, per consolidare il confronto interno alla categoria e presentare alla politica e alle istituzioni le proposte delle farmacie per migliorare il servizio ai cittadini. Il presidente Marco Cossolo ha evidenziato come la frammentazione delle politiche del farmaco...
08/02/2019

Sabato 9 febbraio tutti in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno

“Anche quest’anno le farmacie partecipano numerose alla Giornata di Raccolta del Farmaco, confermando con grande senso di responsabilità e solidarietà il proprio ruolo di presidio territoriale sociosanitario sempre attento alle esigenze dei cittadini, in particolare dei più deboli. Ringrazio tutti i colleghi, i volontari e i cittadini che con la loro generosità permettono di donare un numero sempre maggiore di farmaci a coloro che ne hanno bisogno” afferma il presidente di Federfarma Nazionale Marco Cossolo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni