Edicola

Distribuzione ospedaliera, dalla Sicilia un altro caso di spreco

31/08/2017 06:22:17
L’atto d’indirizzo con cui le Regioni hanno messo in fila i temi chiave che domineranno la trattativa prossima ventura sul rinnovo della Convenzione con le farmacie del territorio non lasciano adito a dubbi: la dpc sarà uno dei punti più “caldi” del confronto che Sisac, Federfarma e Assofarm intavoleranno dalla settimana prossima. E se la parte pubblica ha già fatto sapere che tra i suoi obiettivi c’è quello di allargare la distribuzione per conto a una fetta della fascia A (istituzionalizzando a livello nazionale ciò che già avviene in qualche regione), è certo che Federfarma farà ricorso a ogni argomentazione disponibile per dimostrare che la distribuzione di farmaci e presidi attraverso gli sportelli di Asl e ospedali genera più sprechi che risparmi. E la cronaca di tutti i giorni continua a fornire prove a sostegno a dir poco eloquenti.

C’è per esempio la storia che arriva da Ficarra, comune di quasi 1.600 abitanti in provincia di Messina: un paziente affetto da insufficienza renale cronica decede e i familiari si ritrovano in casa scatole e scatole di materiale per dialisi inutilizzato, che l’ospedale civico di Palermo forniva in quantitativi sufficienti per diversi mesi. Alla morte dell’anziano i figli hanno contattato il nosocomio perché venisse a ritirare quanto avanzato, ma – racconta al tg locale uno dei familiari – «sono tornati a prendersi soltanto i macchinari. Il resto, ci hanno detto, lo potete buttare».



Considerato il valore complessivo del materiale, all’incirca 20mila euro a quanto pare, la famiglia del deceduto ha rinnovato più volte all’amministrazione sanitaria l’invito a venire a riprendere la fornitura inutilizzata, ottenendo però sempre la stessa risposta. E così, di mese in mese, parecchi prodotti hanno finito per superare la data di scadenza. «Ci sono però diversi dispositivi che sono ancora nel periodo di validità» avvertono i familiari «e scadranno soltanto nel 2018 o nel 2020. Ci chiediamo allora il perché di questo spreco, quando la gente è costretta a pagare i ticket. Perché tutta questa roba distribuita così, al punto che a noi arrivava addirittura su bancali, e non di volta in volta per quello che serve?». E’ una domanda che le farmacie del territorio si pongono da molto tempo. (AS)

Notizie correlate

15/03/2017

Acquisti diretti, Gianfrate: eccessi deleteri, agevolano dumping

«Gare e acquisti centralizzati espongono sempre a un rischio: più allargati sono, maggiore è il potere che si regala al farmaco o all’azienda produttrice vincente». E’ la considerazione con cui Fabrizio Gianfrate, farmacoeconomista e docente di economia sanitaria...
28/02/2017

Sentenza Tar Lazio: la farmacia non può rivendere al distributore

Non sono ammissibili passaggi di medicinali «a titolo di compravendita o comunque oneroso dal magazzino della farmacia a quello del grossista», perché «si perderebbe definitivamente ogni ragione di distinzione tra i concetti e le correlative funzioni» che definiscono farmacie e aziende della distribuzione farmaceutica...
08/02/2017

Distribuzione diretta, Federfarma alza il velo sulle storture del Pht

Quando vide la luce, nel novembre del 2004, il Pht era una lista di 90 principi attivi, per un totale di 657 confezioni, 408 delle quali in commercio. Oggi, invece, conta 219 principi attivi e 2.562 confezioni, 1.815 delle quali commercializzate. Sono alcuni dei numeri...
07/02/2017

Diretta, aprono i tavoli. Federfarma: obiettivo è sostenibilità

La distribuzione diretta presenta criticità che vanno superate cercando la mediana tra due distinte rivendicazioni di sostenibilità, quella che arriva dalle Regioni e riguarda le risorse pubbliche e quella che arriva dalla filiera e riguarda le farmacie...
23/11/2016

Distribuzione, si raffredda la corsa alle autorizzazioni all'ingrosso

Sembra perdere spinta la corsa alle autorizzazioni per la distribuzione all’ingrosso che da anni “gonfia” il segmento intermedio di operatori interessati soltanto a lucrare sul parallel trade. Questo, almeno, è quanto suggeriscono i dati contenuti...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni