Edicola

Audizione Federfarma al Senato: i motivi del no alla vendita dei farmaci con ricetta fuori farmacia

27/07/2007 12:59:40

Nel corso di una audizione in Commissione Industria del Senato i rappresentanti di Federfarma hanno  spiegato i motivi per i quali la vendita dei farmaci C con obbligo di ricetta fuori dalla farmacia costituirebbe un grave rischio per la salute dei cittadini e per l’efficienza del servizio farmaceutico.  Tale misura, infatti,  determinerebbe uno stravolgimento dell’intero sistema:  i piccoli centri resterebbero senza farmacia, che in molte zone e’ l’unico presidio sanitario facilmente accessibile.  Su tutto il territorio si assisterebbe ad una riduzione della qualità del servizio fornito dalle farmacie che non potrebbero certo dare i servizi che danno oggi ne’, tanto meno, i nuovi servizi aggiuntivi richiesti dai cittadini e dalle istituzioni.

Questa la sintesi della posizione espressa da Federfarma al Senato:


L’articolo 2 del disegno di legge AS 1644, introdotto dalla Camera a seguito dell’approvazione di un emendamento a firma Sergio D’Elia, consentirebbe la vendita da parte di supermercati e parafarmacie di tutti i medicinali con obbligo di ricetta medica, quando non erogati a carico del SSN (fascia C).
La prima conseguenza di questa misura dirompente, anche se volutamente non evidenziata con la necessaria chiarezza dai suoi sostenitori, sarebbe l’istituzione, al di fuori di ogni regola, di vere e proprie farmacie “non convenzionate” con il SSN, in sovrapposizione alla rete delle farmacie attuali.
Si tratterebbe di un passo decisivo e irreversibile verso la deregolamentazione selvaggia del sistema e verso lo scardinamento delle regole che oggi garantiscono una presenza capillare delle farmacie su tutto il territorio nazionale, dalla grande area metropolitana al piccolo centro rurale o montano.
Per questo motivo, Federfarma, convinta che la tutela della salute debba poter contare sempre su regole certe e condivise, afferma con forza la disponibilità a rivedere e rimodulare le regole che assicurano il funzionamento del servizio farmaceutico al fine di adeguarle alle esigenze della collettività, in particolare con l’obiettivo di verificare ed eliminare eventuali carenze del sistema, sia per quanto riguarda la presenza territoriale delle farmacie sia per quanto riguarda la qualità del servizio.
Allo stesso tempo, Federfarma esprime la propria netta contrarietà a forme di deregolamentazione selvaggia del servizio farmaceutico, finalizzate a distruggere un sistema che funziona, è apprezzato dai cittadini e può essere migliorato ulteriormente senza essere stravolto.
Per questi motivi, Federfarma chiede la soppressione dell’articolo 2 del DDL in esame. Un impegno in tal senso è già stato assunto a nome del Governo dal Ministro della salute Livia Turco.
Analogamente, Federfarma chiede la soppressione dell’articolo 7 del DDL, tendente ugualmente a ridurre il livello di garanzie nei confronti del cittadino attraverso l’abolizione del requisito dell’idoneità o della pratica professionale per l’acquisto delle farmacie e la possibilità di costituire mini-catene di farmacie di proprietà di un unico farmacista titolare.

Ultime notizie

01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
27/05/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma. Cordoglio per la scomparsa di un altro farmacista, Paolo Ferraro, vittima del coronavirus

“Con la scomparsa di Paolo Ferraro, 70 anni,  titolare di farmacia rurale a Villa Latina (FR), si allunga purtroppo l’elenco dei colleghi rimasti vittime del COVID-19 nell’espletamento del proprio dovere. Paolo Ferraro ha combattuto la malattia, in rianimazione per un mese,  e la sua morte è un  grande dolore per tutti noi” afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni