Edicola

Indagini in Puglia: Federfarma chiede chiarezza e concorsi tempestivi e regolari

06/08/2009 17:19:52
"Spero che gli organi competenti facciano presto chiarezza e nel caso il loro sospetto fosse confermato individuino le responsabilità degli amministratori e dei farmacisti coinvolti. Sono anni che denunciamo i gravi ritardi di alcune Regioni nell'espletamento dei concorsi, ritardi che possono dar luogo a irregolarità nella assegnazione delle farmacie."

Cosi' commenta Annarosa Racca, presidente di Federfarma, le notizie sull'acquisizione di documentazione da parte del pubblico ministero Desirè Digeronimo presso la Regione Puglia nel corso di indagini volte a verificare se siano state pagate tangenti in cambio di una legge fatta ad hoc dalla Regione Puglia nel 2007 per assegnare 14 farmacie a farmacisti che non avevano i requisiti idonei.



In breve:

  • Nel '99 la Regione indice un concorso per l'assegnazione di 14 sedi farmaceutiche vacanti
  • In attesa dei risultati del concorso il sindaco assegna provvisoriamente (la cosiddetta gestione provvisoria) le sedi vacanti a 14 farmacisti
  • Al concorso tali 14 farmacisti non risultano idonei. I vincitori del concorso ottengono la titolarità della farmacia (subentrano regolarmente ai gestori provvisori pagando l'indennità di avviamento ecc, come previsto dalla legge).
  • Nel 2007  una  legge assegna nuove sedi farmaceutiche resesi nel frattempo disponibili in assenza di nuovi concorsi. Inopinatamente la legge indica come requisiti per tale assegnazione proprio i requisiti in possesso dei 14 farmacisti (gestione provvisoria proprio in quel determinato arco di tempo, ecc.). Gli ex gestori provvisori  - a differenza dei vincitori del concorso - possono anche scegliere la sede piu' redditizia.
  • Contro la legge ricorrono singoli farmacisti, Ordine dei farmacisti e FOFI.
  • Nel 2008 una legge della Regione Puglia modifica il rapporto tra numero delle farmacie e degli abitanti e  aumenta (di circa 40 unità) il numero delle farmacie sul territorio.  Su tale legge il  Consiglio dei ministri del 1° agosto 2008 decide di adire la Corte Costituzionale (in quanto le norme che riguardano la proporzionalità tra numero di farmacie e numero di abitanti toccano uno dei principi cardine del servizio farmaceutico che, in quanto principio fondamentale, e' riservato alla legislazione dello Stato).
    L'aumento del numero delle farmacie pugliesi non risponde a reali necessità dei cittadini e del servizio farmaceutico. Potrebbe essere dettato dal desiderio di tacitare le proteste dei farmacisti penalizzati dalla legge del 2007.

 

Ultime notizie

01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...
27/05/2020

Dichiarazione Marco Cossolo, presidente Federfarma. Cordoglio per la scomparsa di un altro farmacista, Paolo Ferraro, vittima del coronavirus

“Con la scomparsa di Paolo Ferraro, 70 anni,  titolare di farmacia rurale a Villa Latina (FR), si allunga purtroppo l’elenco dei colleghi rimasti vittime del COVID-19 nell’espletamento del proprio dovere. Paolo Ferraro ha combattuto la malattia, in rianimazione per un mese,  e la sua morte è un  grande dolore per tutti noi” afferma il presidente di Federfarma, Marco Cossolo...
25/05/2020

Dichiarazione del presidente Marco Cossolo

“Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver  esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni