Edicola

Nota Aifa: Gravi reazioni epatiche legate all‘assunzione di Cimicifugae Racemosae Rhizoma - Black Cohosh, Root

30/08/2006 17:17:19

L’Agenzia Europea dei Medicinali ed il Comitato per i medicinali di origine vegetale sono venuti a conoscenza di alcune segnalazioni di danni epatici in pazienti che usavano Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root).

A seguito della revisione di tutti i dati disponibili, il Comitato per i medicinali di origine vegetale ha riscontrato che c’è una potenziale connessione tra i prodotti a base di erbe medicinali contenenti Cimicifuga Racemosa Rhizoma (Black Cohosh, root) e danni al fegato.

Pertanto l’EMEA fornisce ai pazienti ed agli operatori sanitari i seguenti consigli:

‘Consigli per i pazienti:

I pazienti devono interrompere l’assunzione di Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root) e consultare immediatamente il proprio medico se manifestano segni e sintomi suggestivi di un danno epatico (stanchezza, perdita di appetito, colorazione gialla della cute e degli occhi o dolore alla parte superiore dello stomaco con nausea, vomito ed urine scure)

I pazienti che assumono prodotti contenti erbe medicinali devono informarne il proprio medico

Consigli per gli operatori sanitari:

Gli operatori sanitari devono richiedere ai propri pazienti se usano prodotti contenenti Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root).

Sospette reazioni avverse epatiche devono essere segnalate all’autorità nazionale

Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh root) è ampiamente usata nell’Unione Europea, a volte in associazione con altre piante, in diversi prodotti, autorizzati e non, contenenti erbe medicinali.

I prodotti autorizzati hanno una ampio range di indicazioni, ma la Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh,root) allo stato attuale è maggiormente usata per il trattamento di sintomi minori del climaterio (peri-postmenopausali) quali vampate, sudorazione, disturbi del sonno e tensione nervosa.

In alcuni Stati Membri, Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root) è anche usata in altre indicazioni quali sollievo sintomatico del dolore reumatico, tosse, crampi dello stomaco, dolori periodici, gonfiore, senso di tensione irritabilità.

Non è noto il numero di prodotti a base di erbe medicinali non autorizzati contenenti Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root) commercializzati in Europa.

Il Comitato per i medicinali di origine vegetale ha valutato 42 segnalazioni di epatotossicità, 34 raccolte dalle competenti autorità nazionali europee, ed 8 in letteratura. Di queste solo 16 casi furono considerati sufficientemente documentati per consentire al Comitato di valutare se l’uso di Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root) potesse essere correlato al danno epatico. Come risultato della valutazione 5 casi sono stati esclusi e 7 considerati non correlati.

Nei rimanenti quattro casi (2 epatiti autoimmuni, un danno epatico di tipo epatocellulare ed un’insufficienza epatica fulminante) c’è stata un’associazione temporale tra l’inizio del trattamento con Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root) e l’insorgenza della reazione epatica.

Il Comitato per i medicinali di origine vegetale continuerà a rivedere tutte le nuove informazioni di sicurezza relative a questo problema e rilascerà ulteriori comunicazioni aggiornate.’

(fonte: Aifa)

Per conoscere ulteriori dettagli relativi ai casi segnalati, leggi il documento ‘Assessment of case reports connected to herbal medicinal product containing Cimicifugae racemosae rhizoma (Black Cohosh, root)’ (in inglese).

Ultime notizie

09/07/2019

Maratona Patto per la Salute: le proposte di Federfarma

Nuova remunerazione, nuova convenzione e definizione del ruolo della farmacia nella gestione del paziente cronico, in sinergia con gli altri operatori sanitari del territorio, a partire dai medici di medicina generale, sono elementi essenziali affinché la farmacia possa contribuire alla sostenibilità del sistema e al miglioramento del livello di assistenza garantito ai cittadini....
01/07/2019

Trasmissione telematica corrispettivi elettronici in vigore da oggi. Periodo transitorio senza applicazione di sanzioni

L’Agenzia delle Entrate, facendo seguito alla richiesta di Federfarma al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria  e a conclusione di un lungo quanto impegnativo iter che ha visto la Federazione impegnata su più fronti al fine di ottenere una proroga dell’entrata in vigore, fissata per oggi 1° luglio, del provvedimento sulla “Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi”, ha emanato, lo scorso 29 giugno...
05/06/2019

DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo. Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie

“Grazie alle oltre 5.000 farmacie che nel novembre del 2018 si sono impegnate gratuitamente nella iniziativa di screening abbiamo scattato una fotografia del diabete in Italia. Abbiamo monitorato quasi 130.000 persone in pochi giorni, abbiamo permesso a quasi 5.000 soggetti...
31/05/2019

Comunicato congiunto FOFI, Federfarma, Assofarm, UTIFAR e SIFO

Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale...
18/04/2019

Federfarma: non esiste alcuna vertenza tra le Regioni e Federfarma

E’ assolutamente fuorviante  quanto apparso oggi su alcune testate, secondo cui, a causa di una vertenza in corso tra Regioni e Federfarma, il ministro “Grillo si sarebbe rifiutata di avere un faccia a faccia con le società rappresentanti di Big Pharma”, evitando di partecipare giorni fa a un incontro con le multinazionali del farmaco....

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni