Ticket regionali

Ticket: Normativa regionale Puglia

Delibera della Giunta regionale 19 novembre 2004, n. 1718 , successivamente modificata dalla D.G.R. n. 1198 del 6 agosto 2005 e dalla D.G.R. n. 2789 del 14 dicembre 2010 e dalla DGR del 2011   

… omissis …

Dalla data dell'01.01.2005: - la quota di compartecipazione alla spesa farmaceutica da parte degli assistiti che non  rientrino tra i soggetti socialmente deboli, come di seguito individuati nelle rispettive sezioni,  e con le riduzioni e le esclusioni di seguito specificate, viene definita nella misura di:
A. 2 Euro a pezzo (ticket sui farmaci) fino al massimo, per tale voce di compartecipazione, di  5,5 Euro per ricetta.
B. Derogano a tale disposizione i medicinali pluriprescrivibili di cui all'art. 9 della legge n.  405/2001 quali  medicinali a base di antibiotici in confezione monodose, medicinali a base in  interferone per i soggetti affetti da epatite cronica e medicinali somministrati esclusivamente  per fleboclisi (per i quali è confermata la possibilità di prescrizione fino a sei prezzi per  ricetta), sono soggetti alla quota fissa di 0,50 Euro a pezzo.

Dalla stessa data non sono soggetti a compartecipazione alla spesa sanitaria:

  • i farmaci analgesici oppiacei, utilizzati nella terapia del dolore severo di cui alla legge n. 12/2001, per i quali è consentita la prescrizione in un'unica ricetta con i limiti previsti dall'art. 43 della suddetta legge; - la deferoxamina nel trattamento della talassemia;
  • i farmaci ricompresi nei protocolli di terapia immunosoppressiva per i trapiantati;
  • le preparazioni galeniche magistrali e officinali utilizzate nella terapia del dolore di natura  neoplastica, secondo le necessità terapeutiche del singolo paziente e adeguandosi ai protocolli  validati dall'OMS, consentite con oneri a carico del SSR e nel rispetto delle tariffe nazionali di  cui al DSM 18.08.1993.

Per i farmaci di eguale composizione non coperti da brevetto, inseriti nel sistema del rimborso  al prezzo minimo di riferimento, qualora il medico prescriva un medicinale di costo più alto del prezzo di rimborso e indichi sulla ricetta la non sostituibilità del medicinale stesso ovvero l'assistito rifiuti la sostituzione del medicinale più costoso con quello di prezzo più basso, il cittadino è tenuto a versare la differenza tra il prezzo e il farmaco e quello minimo di riferimento;  

Al fine di salvaguardare il diritto alla salute dei cittadini socialmente deboli, sono altresi totalmente esenti dal ticket sui farmaci le seguenti categorie di assistiti:

  • I grandi invalidi del lavoro (dall'80% al 100%);
  • Gli invalidi per servizio dalla Iª alla Vª categoria;
  • Gli invalidi civili al 100%;
  • Gli invalidi di guerra titolari di pensione vitalizia;
  • I titolari di pensione di inabilità assoluta e permanente;
  • I titolari di sola pensione sociale (oltre alla casa di abitazione);
  • Nuclei familiari con reddito annuo fino a 10.000 Euro, incrementato di 750Euro per ogni  figlio a carico, fino ad un massimo di 2.250 Euro.
  • Nell'ambito di nuclei familiari con reddito fino a 16.000 Euro incrementato di 750 Euro per  ogni figlio a carico fino ad un massimo di 2.250 Euro.
    a) I cittadini portatori di patologie neoplastiche;
    b) I cittadini cui è stato riconosciuto il diritto all'esenzione per malattie rare croniche ed invalidanti ai sensi del D.M. 01.02.91, del D.M. 28.5.99, n. 329 'Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche invalidanti' e successive integrazioni e dal D.M. 18.05.01 n. 279, limitatamente ai farmaci correlati strettamente alla propria patologia e dei quali è consentita la pluriprescrizione fino a tre prezzi per ricetta;
    c) I cittadini rientrati nelle categorie previste dalla legge n. 238/1997 recante 'Modifiche ed integrazioni alla legge 25 Febbraio 1992, n. 210, in materia di indennizzi ai soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati', limitatamente alle prestazioni necessarie per la cura delle patologie previste dalla legge n. 210/1992, di cui alla Deliberazione 16 Luglio 2002, n. 1073;
    d) I donatori d'organo da vivente.  

Sono parzialmente esenti dalla compartecipazione alla spesa farmaceutica, le seguenti categorie di assistiti:

  • Nuclei familiari con reddito annuo fino a 12.500 Euro, incrementato di 750 Euro per ogni figlio a carico, fino ad un massimo di 2.250 euro;
  • Soggetti di età superiore a 65 anni con reddito annuo del nucleo familiare fino a 24.000 Euro;  

Cittadini che si trovano nelle indicate condizioni di esenzione parziale concorrono alla spesa farmaceutica limitatamente a:  
A. 1 Euro a pezzo (ticket sui farmaci).   
... omissis ...

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 6 agosto 2005, n. 1198

Sistema di compartecipazione alla spesa farmaceutica. Determinazione.

LA GIUNTA
... omissis ...
DELIBERA
... omissis ...

- Di disporre a decorrere dall'1.10.05 le seguenti modifiche al sistema di compartecipazione alla spesa farmaceutica definito con deliberazione n. 1718 del 19.11.2004:

  1. Il limite di reddito di euro 10.000, al di sotto del quale compete l'esenzione totale, è elevato ad euro 22.000 con incremento di Euro 1.000 per ogni figlio a carico;
  2. Compete l'esenzione totale, indipendentemente dal reddito, alle seguenti categorie:
    a. Cittadini portatori di patologie neoplastiche;
    b. Cittadini cui è stato riconosciuto il diritto all'esenzione per malattie rare, croniche ed invalidanti ai sensi del D.M. 01.02.91, del D.M. 28.5.99, n. 329 "Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche invalidanti" e successive integrazioni e dal D.M. 18.05.01 n. 279, limitatamente ai farmaci correlati strettamente alla propria patologia e dei quali è consentita la pluriprescrizione fino a tre prezzi per ricetta;
    c. Cittadini rientranti nelle categorie previste dalla legge n. 238/1997 recante "Modifiche ed integrazioni alla legge 25 Febbraio 1992, n. 210, in materia di indennizzi ai soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati", limitatamente alle prestazioni necessarie per la cura delle patologie previste dalla legge n. 210/1992, di cui alla Deliberazione 16 Luglio 2002, n. 1073;
    d. Donatori d'organo da vivente e trapiantati.
  3. Esenzione totale per l'utilizzo dei farmaci equivalenti (ex generici);
  4. Il limite di reddito di euro 24.000, al di sotto del quale compete l'esenzione parziale per i soggetti ultrasessantacinquenni è elevato ad euro 32.000 + euro 1.000 per ogni figlio a carico;
  5. 5. Il limite di reddito di euro 12.500 al di sotto del quale compete l'esenzione parziale è elevato ad euro 27.000 incrementati di euro 1.000 per ciascun figlio a carico.

... omissis ...

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 dicembre 2010, n. 2789

Provvedimento per la riduzione della spesa farmaceutica pubblicato sul B.U.R.P. (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia) n. 194 del 30 dicembre 2010

... omissis...

LA GIUNTA
... omissis ...

DELIBERA
 
Di disporre, secondo quanto stabilito nell'accordo tra la regione Puglia e il Ministero della Salute, Ministero dell'Economia e delle finanze per l'approvazione del Piano di rientro di riqualificazione e riorganizzazione e di individuazione degli interventi per il perseguimento dell'equilibrio economico, ai sensi dell'art. 1, comma 180 della legge 30 dicembre 2004, n. 311, l'introduzione di un ticket fisso a ricetta pari a € 1,00 per tutti i cittadini pugliesi esenti e non.

Di precisare che rimangono invariate le disposizioni riguardanti l'esenzione per reddito, stabilite con DGR n. 1501/08 in attesa delle informazioni di reddito riferite al periodo di imposta 2009, rese disponibili alla AA.SS.LL tramite il Sistema Tessera Sanitaria.

Di ribadire che rimangono invariate le condizioni stabilte dalla DGR n. 1198/05 per usufruire dell'esenzione totale indipendentemente dal reddito.

Di stabilire che le succitate disposizioni entreranno in vigore dalla data di pubblicazione del presente provvedimento sul B.U.R.P.

... omissis ...

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE del 2011

OGGETTO: Legge Regionale  n. 2/2011 "Approvazione  del  Piano  di rientro della Regione Puglia 2010­2012". Provvedimenti per la riduzione della spesa farmaceutica. Rimodulazione fasce di esenzione dalla spesa farmaceutica per
reddito.

... omissis...

LA GIUNTA

... omissis ...

DELIBERA

di approvare la relazione dell'Assessore proponente così come in narrativa indicata, che qui si intende integralmente trascritta e, conseguentemente:

­-  di stabilire i seguenti limiti di reddito al di sotto dei quali compete l'esenzione totale o parziale per l'assistenza farmaceutica:

d)  Esenzione  Totale  (codice  E94): assistiti  appartenenti  a nuclei  familiari con reddito annuo fino a 18.000,00 euro, incrementato di 1.000,00 euro per ogni figlio a carico;

e)  Esenzione Parziale (codice E96): assistiti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo fino a 23.000,00 euro, incrementato di 1.000,00 euro per ogni figlio a carico;

f)   Esenzione   Parziale   (codice   E95):  cittadini  di  età  superiore   a  sessentacinque, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo annuo non superiore a 36.151,98 euro;

­-  di ribadire che rimangono invariate le condizioni stabilite dalla DGR n  1198/05 e dalla DGR n. 1501/08 per usufruire dell'esenzione farmaceutica indipendentemente dal reddito

­- di stabilire che i nuovi limiti di reddito per l'esenzione farmaceutica entreranno in vigore dal 01/07/2011, data entro la quale saranno disponibili tramite il Sistema TS gli esiti delle  elaborazioni  sui  dati reddituali riferiti  all'anno  2009, con l'indicazione  del  diritto all'esenzione per tali limiti di reddito;

­- di stabilire  che per avvalersi  del  diritto di esenzione  nei  suddetti  casi  si  applicano  le disposizione del D.M. 11/12/2009 e della DGR n. 2790/2010.

­- di stabilire un periodo transitorio di tre mesi dal 01/07/2011 al 30/09/2011, durante il quale restano validi gli attestati di esenzione per l'assistenza farmaceutica per motivi di reddito precedentemente rilasciati dalle Aziende Sanitarie Locali;

­- di  stabilire   che,  in  ogni   caso,  nel   suddetto  periodo   transitorio,   è  responsabilità dell'assistito non avvalersi del diritto all'esenzione, qualora, pur in possesso di un attestato di esenzione  per l'assistenza  farmaceutica  rilasciato  prima del  01/07/2011  sulla  base delle previgenti fasce di esenzione, non rientri nelle categorie di cui ai codici E94, E95, E96;

­- di dare mandato al  Servizio  Programmazione  Assistenza  Territoriale e Prevenzione  di Ospedaliera di assicurare idonee forme di comunicazione ai cittadini e di provvedere agli adempimenti conseguenti dal presente provvedimento;

­- di dare mandato al Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria, al Responsabile Interno di Progetto del Sistema Informativo Sanitario Regionale ed alla Segreteria Tecnica del Tavolo della Sanità Elettronica di Puglia (di cui al R.R. 19/2007)  di provvedere agli adeguamenti necessari ai sistemi informativi.

­- di disporre  la  pubblicazione  del  presente  provvedimento  sul  Bollettino Ufficiale  della Regione Puglia.
 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni